Una settimana a Corfù, le spiagge più belle e dove divertirsi

Acque limpide dai colori turchesi, venti caldi che profumano d’estate, brezze marine al chiaro di luna…

quella sensazione di benessere che la Grecia sa donare.

Oggi parliamo di Corfù… isola di una bellezza straordinaria e di gran divertimento.

Il mio viaggio.

Agosto 2014, come mio solito vacanze organizzate all’ultimo secondo.

Non lavorando ancora in agenzia di viaggi e non avendo ancora al mio fianco il mio fidato compagno di viaggi e di vita, mi sono ritrovata in pieno agosto a non aver organizzato nulla per potermi godere un po’ di relax.

Così circa una settimana prima della partenza approfitto di un Last Minute per volare sulla magnifica isola di Corfù.

Direzione lungo mare di Ipsos dove trascorrerò l’intera settimana.

IPSOS

Situato a 14 km da Corfu, Ipsos è il paese più commerciale e turistico della costa nord orientale di Kerkyra.
Il paese si sviluppa lungo la costa ed offre la possibilità di scegliere tra innumerevoli divertimenti sia diurni che notturni oltre che a ristori per gustare pranzi e cene.
Ipsos è una metà per i giovani, piace molto agli italiani per la presenza di una spiaggia lunghissima e facilmente accessibile.

La spiaggia di Ipsos è situata in una baia molto ampia ed il paese si sviluppa in lunghezza proprio seguendo il lungomare.


L’acqua è molto pulita ed il fondale poco profondo degrada dolcemente. All’estremità della spiaggia c’è un porticciolo e in diversi punti della lunghissima lingua di sabbia sono presenti centri per fare sport acquatici come lo sci d’acqua.

Luogo di divertimento per la presenza di localini notturni che organizzano ogni notte diverse serate a tema e di intrattenimento. Molto conosciuta sul lungomare di Ipsos è una delle discoteche più importanti dell’ isola :Il Montecristo.

Sicuramente una bella spiaggia quella del lungomare di Ipsos ma Corfù, come la maggior parte delle isole Greche, va esplorata in lungo ed in largo. L’ideale è noleggiare un’ auto o uno scooter sul posto.

Paleokastritsa

Una delle spiagge più belle che ho visto è stata la spiaggia di Paleokastritsa che  racchiude un’area con sei piccole baie e spiaggette.


Quella principale è posta sotto al monastero e presenta più strutture turistiche anche perché è la più grande. Un’altra è situata vicino al porticciolo dove attraccano molti yacht durante l’estate.
Le rimanenti si raggiungono solo via mare affittando la barca o usando i taxi boat.


L’acqua in questa area è freddina perché scende più rapidamente e perché ci sono delle correnti fredde.
Si possono affittare sdraio e ombrelloni nella maggior parte delle spiagge.
Inoltre è possibile noleggiare una barca per vedere le grotte lungo questo tratto di costa che è quello con il mare più spettacolare.

SIDARI

Altro bellissimo posto da visitare è Sidari, una località turistica molto ampia e sviluppata, appartengono a questo paese più di una spiaggia o caletta.
Le principali spiagge sono tre, una delle quali il Canale dell’Amore.

Il nome “Canale dell’amore” deriva da una leggenda secondo cui le coppie che vi nuotano attraverso resteranno innamorate per sempre.


Le restanti due spiagge sono: la prima una lunghissima lingua di sabbia molto turistica perché corre lungo l’intero paese e l’altra una baia più piccola e molto bella di fronte a cui ci sono delle rocce levigate dal vento, sicuramente è più particolare come ambientazione ed è molto più raccolta. La roccia, che fa da cornice alla piccola spiaggetta, sembra essere morbida e a contatto con le limpide e calde acque greche si scioglie in una sostanza melmosa. Ovviamente ho approfittato dei fanghi naturali e ho deciso di cospargermi il corpo con questo fango grigiastro, una SPA a 5 stelle decisamente gratuita.

DASSIA

Molto vicino al lungomare di Ipsos c’è il lungo mare di Dassia.

La spiaggia di Dassia è di sassi e sabbia, lunga e attrezzata con sdraio e ombrelloni per chi vuole solo rilassarsi e si possono svolgere sport d’acqua come lo sci d’acqua e il parasailing.


Il mare in questo tratto di costa è calmo, quasi piatto e dalla spiaggia si possono ammirare le montagne dell’Albania e della terraferma.
Inoltre poco al largo è stata costruita una piattaforma da cui tuffarsi e da cui si parte per fare gli sport acquatici.
Si può inoltre affittare una barca per farsi un giro nelle baie vicine in totale autonomia.

PAXOS E ANTIPAXOS

Durante la mia permanenza a Corfù ho deciso di fare una piccola escursione in barca a Paxos e Antipaxos. L’isola greca di Paxos (conosciuta anche come Paxi) si trova ad appena 11 km da Corfù e le sue piccole dimensioni permettono di visitarla anche a piedi in una sola giornata, seguendo i sentieri che la attraversano fra i boschetti di ulivi che ricoprono gran parte della sua superficie.

Il villaggio principale di Paxos si sviluppa intorno al municipio di epoca veneziana ed al suo porticciolo, nella  baia sorgono due isolotti che rendono lo scenario ancora più affascinante. Gli isolotti sono raggiungibili comodamente con una barca dal porto e vi si trovano su Agios Nikolaos i resti di una fortezza veneziana tra numerosi pini.

Se Paxos è molto piccola, Antipaxos lo è ancora di più. Vi si trovano solo pochissime persone e ci sono solo alcune taverne sulla spiaggia, anche se durante l’estate è affollata di visitatori provenienti dalle isole vicine. Il modo migliore per sfuggire alla folla e ritrovare la quiete è passeggiare fra i tanti boschetti di ulivi presenti in ogni angolo di questa piccolissima isola nel mar Ionio.

KERKYRA

Molto suggestivo è il centro di Kerkyra, un dedalo di mille stradine che si intersecano tra di loro, ricche di bar, ristorantini e bazar di souvenir. Perdersi tra le piccole viuzze è quasi piacevole.

Dove e cosa mangiare a Corfù

Consiglio vivamente una cena in uno dei molteplici ristoranti di Kerkyra, i prezzi sono sicuramente più alti rispetto a quelli di Ipsos, ma la magia che si respira è unica.

Mentre ad Ipsos si possono fare delle grandi cene di pesce con una decina di euro, quindi i prezzi sono molto convenienti, quello che consiglio di assaggiare sono i piatti tradizionali come la Pita e la Moussaka, assolutamente divini.

Corfù è sicuramente un’isoletta magica, per i giovani ragazzi è un’isola che unisce bellezza e divertimento, per le persone di un’età adulta preferisco consigliare di non visitarla nel clou di agosto ma prediligere periodi meno di calca.

Sicuramente le isole della Grecia sanno sorprendere ed ammaliare come poche.

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *